Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Come dividere una stanza senza costruire muri

Librerie, tende, porte, le soluzioni per dividere una stanza sono tante, veloci ed economiche. Ecco i nostri consigli per separare gli spazi senza costruire muri

Se stai pensando di dividere una stanza, ma non vuoi spendere soldi e tempo per opere murarie, allora qui troverai tante idee e suggerimenti. I vantaggi? Tanti! In primis tutte le proposte sono realizzabili in poco tempo, sono removibili nel caso cambiassi idea e attuabili senza aiuti particolari.

Se la tua esigenza è, invece, quella di creare due stanze o strutture semi-aperte allora una parete in cartongesso potrebbe essere la soluzione giusta. In questo caso avrai ovviamente bisogno di un esperto.

Ci sono, però, delle cose da considerare prima di dividere un ambiente. Se si tratta di una stanza piccola dovresti considerare gli ingombri, altrimenti potrebbe rimanere poco spazio. Un altro elemento da tenere presente è la luce. Se è presente una sola finestra potresti ottenere un vano cieco e ridurre l’illuminazione: in questo caso potresti per esempio, optare per una soluzione trasparente.

Ecco le nostre soluzioni per dividere una stanza

Libreria. La scelta è ampia, ce ne sono di tanti modelli e sono personalizzabili grazie alle innumerevoli possibilità di composizione. Una libreria bifacciale è una delle soluzioni più gettonate. Puoi metterla dove vuoi e utilizzarla da entrambi i lati. Ci sono, poi, alcuni modelli che possono essere fissati a terra e al soffitto. Qui trovi le nostre librerie.

Tenda. Versatili e perfette per dividere gli ambienti, la tenda è una scelta super pratica. Anche in questo caso puoi scegliere tra tanti modelli: tende classiche, a fili, a pannelli. L’ingombro è minimo, la soluzione è economica e troverai anche modelli di design. La selezione dei tessuti, in termini di qualità, colore e dimensioni, sarà importante per l’efficacia.

Separè. In tela, in bambù e in carta, i separè, o paraventi, sono un classico. Ci sono sia quelli mobili, che quelli fissi. La praticità, nel primo caso, consiste nella possibilità di chiuderli e spostarli nella stanza e nella posizione preferita. Oltre che elemento separatore, diventano un piacevole elemento di design.


Ti potrebbe interessare: Illuminare con stile: come scegliere il lampadario giusto

Vetro. Una soluzione fissa o ante scorrevole, il vetro è molto usato negli uffici, ma è elegante ed adattabile anche nel residenziale. Si abbina a tutti gli stili ed ha il vantaggio di lasciar passare la luce. Puoi, comunque, decidere il tipo di vetro: trasparente, opaco, colorato.

Piante e mobili. Un’alternativa per dividere gli spazi è quella di usare mobili bassi, divani, poltrone, consolle e anche piante, una soluzione ecologica che dona un tocco di naturalezza alla casa. Basta poco per creare il tuo angolo relax!

Porte scorrevoli. Questa soluzione si avvicina di più a quella muraria o al cartongesso. In realtà potresti optare per dei pannelli scorrevoli, un’alternativa alle porte, personalizzabili nelle dimensioni e materiali.