Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Illuminare con stile: come scegliere il lampadario giusto

Materiale, stile, dimensione: prima dell’acquisto di un lampadario sarebbe meglio valutare degli aspetti. Ecco alcuni suggerimenti

Materiale, stile, dimensione: prima di acquistare un lampadario sarebbe meglio valutare alcuni aspetti importanti che ti permetteranno di fare la scelta migliore. L’illuminazione è, molto spesso, il perno di una stanza e le luci possono donare a qualsiasi ambiente un tocco di vita.

Insieme ad altri complementi d’arredo è, sicuramente, tra gli accessori che meglio riesce a far risaltare gli spazi. Ecco perché riveste un ruolo importante nell’arredamento. I lampadari possono essere installati come singoli protagonisti o affiancati da altre lampade, gemelle (quindi identiche) o semplicemente coordinate, per esempio simili per finitura, ma diverse per dimensioni o linea, oppure dello stesso modello ma in colori e misure diverse.

Per non lanciarti allora in un acquisto sbagliato ti diamo alcuni semplici e utili suggerimenti per scegliere il lampadario più adatto alla tua casa.

Stile e materiale

Prima di scegliere il lampadario giusto dovresti osservare bene l’ambiente. Di che stile è? Una casa arredata con stile contemporaneo è caratterizzata da linee pulite ed elementi neutri, quindi potrai optare per un lampadario moderno, magari con un design all’avanguardia. Prendi ispirazione da un elemento della stanza e non aver paura di osare, senza ovviamente esagerare. Ma gli stili sono tanti. In una casa “country” con tonalità calde, l’illuminazione soft è fondamentale per creare un ambiente rustico. Se lo stile è “industrial”, invece, metalli e materiali grezzi sono gli elementi giusti. Le lampade “shabby chic” daranno un tocco romantico all’atmosfera di campagna. E se hai scelto uno stile vintage avrai l’imbarazzo della scelta tra le lampade di design retrò progettate dai designer più famosi. I materiali utilizzati sono tanti e dipende anche dallo stile: dal rame al metallo, dal legno al rattan, dal vetro alla plastica, ce n’è per tutti i gusti!


Ti potrebbe interessare: Illuminazione, elemento fondamentale e vero protagonista dello spazio

Grandezza e altezza

La grandezza e l’altezza sono importanti tanto quanto lo stile. È fondamentale scegliere un lampadario con dimensioni adatte alla stanza in cui sarò montato: uno molto grande in una stanza piccola la andrà solo ad ingombrare, creando un effetto sgradevole. Tendenzialmente in una stanza di circa 30 mq starà bene un lampadario di circa 50/60 cm di diametro, mentre per un ambiente di 15 mq la dimensione è di circa 40 cm. Ovviamente quando devi illuminare una stanza di dimensioni considerevoli il solo lampadario non sarà sufficiente, ma dovrai pensare a più punti luce. Anche l’altezza dipende dalla stanza: è sempre bene lasciare almeno 215 cm di spazio tra la parte inferiore del lampadario e il pavimento, a meno che, ovviamente, il lampadario non venga a trovarsi direttamente sul tavolo da pranzo, caso in cui sarà possibile abbassarsi ancora un po’.

Colore e tipo di luce

Oggi i tipi di luce sono tantissimi, andiamo da quella alogena a basso consumo, fluorescente che offre una luce più calda, e a led, che, invece, dona una luce più viva e dinamica. La scelta del colore crea, poi, l’atmosfera giusta in base alla stanza. Una luce calda favorisce il relax, una luce intensa illumina, invece, spazi più ampi, una soffusa, invece, si adatta a creare angoli riservati, mentre una bianca è più adatta agli uffici e, magari, ad una zona studio in casa.

Scegli la luce per la tua casa nella nostra sezione illuminazione.